infezione da klebsiella nel diamante di gould
 



Gent.ma dott.ssa Bilato,

volevo un suo parere su cosa fare con il mio allevamento di diamanti gould.

Lo scorso anno ho avuto una mortalita' di nidiacei superiore all'80%. Ho fatto tutte le analisi possibili: feci, autopsie, ricerca di virus. E' stata isolata la Klebsiella. Dopo aver trattato i soggetti ho fatto nuove analisi e c'era presenza della Yersinia (bassa concentrazione). Prima di partire con le cove a settembre, ho fatto delle nuove analisi ed e' stata trovata nuovamente la klebsiella, sia nei maschi che nelle femmine di gould. Ora nasce il mio dubbio...










Un suo collega mi dice di non trattare i soggetti poiche' sono in ottime condizioni (mi riferisco ai riproduttori), mentre se i pulli morissero nuovamente allora il veterinario mi dice che si decidera' su quello che bisognera' fare. Visto che non hanno sintomi particolari, non sono da trattare.

Un altro collega veterinario dice di trattare con il Baytril al 2.5% iniettabile per 10 giorni, e dopo 15/20 giorni ripetere gli esami.

Vorrei conoscere la sua opinione ed un suo consiglio. Cosa e' meglio fare?


Francesco Dalconzo - Localita' omessa









Risponde la Dott.ssa Dania Bilato


Salve signor Dalconzo,

la ringrazio per il quesito. La situazione va valutata anno per anno per diversi motivi. Sicuramente, in caso di mortalita' dei nidiacei, la cosa migliore e' effettuare l'esame necroscopico ed agire di conseguenza con le terapie mirate sulla base della diagnosi.

Eventualmente, puo' procedere ad effettuare un controllo precova (microbiologico e parassitologico) sui riproduttori, e sulla base dell'isolamento batterico valutare se trattare e con quali modalita' i riproduttori. Il trattamento dovra' essere effettuato almeno 30 giorni prima della data prevista per la formazione delle coppie. Saluti.

Dania Bilato  Copyright ©verdiardesia.com